Fenera Chieri ’76 in estasi: raggiunta a Rimini la promozione in A1

RIMINI – Quando il sogno della A1 diventa realtà. Traguardo storico raggiunto dal Fenera Chieri ’76 che espugna per 1-3 il campo della Battistelli San Giovanni in Marignano, già vincitrice della Coppa Italia di categoria, e chiude sul 2-1 a proprio favore la serie di finale dei play-off di A2 conquistando la promozione nella massima serie. Dopo aver concluso al 5° posto la regular season, le biancoblu allenate da Luca Secchi hanno avuto un cammino strepitoso nei play-off eliminando un avversario di livello come Trento ai quarti e la favorita Cuneo in semifinale.

Capitan De Lellis e compagne hanno poi avuto la forza di ribaltare la serie dopo aver perso gara 1 giocata in casa delle romagnole. Proprio a ridosso dell’anniversario della nona fondazione del club presieduto da Filippo Vergnano, le biancoblu hanno portato a termine la loro scalata riportando la pallavolo chierese nell’olimpo nazionale dopo 3 stagioni consecutive in A2. Seguite da circa 150 tifosi che le hanno incitate dal primo minuto fino all’ultimo, le chieresi hanno compiuto una vera e propria impresa violando il “PalaFlaminio” nella gara più importante della stagione.

Dopo un avvio punto a punto fino al 4-4, nel primo set si è registrato il primo break a favore delle chieresi che si sono portate avanti sul 4-8 grazie a 2 attacchi vincenti dell’americana Middleton e 2 errori in attacco del martello romagnolo Zanette. Da quel momento in poi, il Fenera è sempre stato avanti chiudendo la frazione sul punteggio di 21-25 in 26’ di gioco.

Nel secondo set incoraggiante è stato l’avvio di gara delle chieresi che, dopo essersi portate avanti sul 4-6, hanno subito il ritorno della Battistelli che ha alzato la qualità del proprio gioco riuscendo a ribaltare il risultato. Angelina ha quindi restituito al Fenera la parità sul 18-18, quindi sul 24-23 ha annullato con Perinelli il primo set point. Negli attacchi successivi, però, le riminesi sono riuscite a chiudere a proprio favore la frazione sul 26-24 con i punti decisivi realizzati dalla solita Zanette, autrice di 8 punti nel set, e da Caneva.

La terza frazione è quindi sembrata essere ancora favorevole alle padrone di casa che si sono portate avanti fino al 14-8, punto siglato dal muro vincente di Markovic sulla biancoblu Angelina. L’inerzia del set è quindi cambiata sul turno di battuta di Manfredini che ha riportato a contatto le biancoblu, 15-14. Il sestetto chierese ha quindi impattato sul 18-18 con un muro di Akrari su Zanette e nel successivo scambio una pipe di Manfredini ha quindi portato avanti per la prima volta le biancoblu che hanno poi avuto la meglio sul 21-25 dopo un primo set point annullato da Zanette.

Nel quarto set tra le padrone di casa si è quindi appannata Zanette che è stata sostituita da Nasari. Il Fenera ne ha quindi approfittato per portarsi sin dalle prime battute saldamente al comando, 0-6. Le romagnole si sono quindi riavvicinate fino al 18-21 ma le biancoblu hanno mantenuto i nervi saldi chiudendo definitivamente la contesa con un attacco di Perinelli che ha mandato in tripudio il Fenera Chieri ’76 ed i propri sostenitori al seguito.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: