In vacanza con lo sport

Tante le possibilità per praticare sport anche in vacanza

In vacanza si stacca la spina e ci si rilassa. Evadere dalla routine e dallo stress è l’obiettivo di chiunque decida di partire per un viaggio. La curiosità, poi, di assaggiare i piatti tipici del luogo porta a concedersi una maggiore libertà nell’alimentazione. Con il rischio, però, che ci si ritrovi con qualche chilo in più sulla bilancia, spesso difficile poi da smaltire. Il modo migliore per ovviare a questo è praticare sport anche in vacanza unendo magari l’attività fisica al divertimento.

Chi va in montagna, ad esempio, potrà dedicarsi a compiere delle escursioni oppure qualche passeggiata a cavallo. Il ciclismo, praticato con la bici da corsa o con la mountain bike, è uno degli sport più affascinanti da svolgere nei paesaggi d’altura. Andare in bicicletta in montagna, infatti, permette di svolgere un’attività fisica ad impatto zero, nel rispetto della natura e a stretto contatto con le sue meraviglie.

Il mare offre ancora più possibilità. Dalle nuotate nell’acqua cristallina alle corse sul lungo mare, senza dimenticare i racchettoni, il beach volley o ancora la possibilità di provare degli sport come il surf o il windsurf. Praticare running e jogging anche nei luoghi di villeggiatura, inoltre, offre un valido aiuto alla circolazione sanguigna dando la possibilità di fare sport in mezzo alla natura. Molto utile per aiutare la tonicità muscolare è inoltre il nuoto, considerato lo sport completo per eccellenza in quanto mette in movimento tutto il corpo.

L’importante è procedere sempre per gradi a aumentare lo sforzo fisico poco a poco, ricordandosi di non allontanarsi troppo dalla riva (circa 100 metri) e, possibilmente, di nuotare in compagnia. Chi invece ha scelto delle città d’arte come meta delle vacanze potrà limitare l’utilizzo dei mezzi pubblici visitando il luogo camminando.

Sempre di più molti hotel ma anche degli stabilimenti balneari si stanno dotando di palestre e sale pesi. L’importante però è non sovraccaricarsi in quel periodo se nella quotidianità si svolge una vita prevalentemente sedentaria. E poi non bisogna sottovalutare mai i segnali che arrivano dal nostro corpo che sa far capire quando è arrivato il momento di tornare a rilassarci.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: